Le mie 10 dita presentano...

Aller au contenu | Aller au menu | Aller à la recherche

Domenica 21 Ottobre 2007

Ravioli al cioccolato

Oggi non so che cosa raccontarvi a proposito delle paste sintetiche. Ho molti lavori in corso, quindi non ho tempo per scrivere nuovi tutorial o per farvi scoprire artisti del mondo. Di più sono molto impegnata durante le serate della settimana, tra la ripresa della palestra e l'iniziò di corsi di danza. Inoltre sto anche nei preparativi del matrimonio !

Oggi vi do una ricetta di cui sono molto fiera : i ravioli al cioccolato ! Deliziosi ed originali ! Ecco un dessert per sorprendere gli amici italiani...

Ravioli al cioccolato

Ingredienti per impasto:

  • 225g di farina,
  • 2 uova,
  • 1 pizzico di sale,
  • 4 cucchiai di olio d'oliva,
  • 4 cucchiai di noce di cocco macinato,
  • 2 cucchiai di cacao amaro.

Ingredienti per il ripieno :

  • 6 cucchiai di panna da cucina,
  • 110g di cioccolato,
  • 50g di burro,
  • 2 uove.

Preparazione

  • Preparazione dell'impasto - Mescolare la farina, il sale, l'olio e le uova, e aggiungere se necessario un po' d'acqua, affine di ottenere un impasto elastico. Dividere in 2 : una parte per l'impasto al cioccolato e l'altro alla noce di cocco. Lavorare ognuno dei pezzi d'impasto, metterli nel film alimentare e lasciarli 10-30 minuti nel frigorifero. Per stendere la pasta, l'ideale è di utilizzare la macchina per stendere la pasta.
  • Preparazione del ripieno - Fare sciogliere il cioccolato al bagno Maria o nel forno microonde con la panna da cucina. Per chi non conosce la tecnica del "bain Marie": si tratta di prendere una pendola piccola e una pendola grande ; nella grande mettere un po' d'acqua e nella piccola mettere il cioccolato ; mettere la pendola piccola nella grande e riscaldare (così il cioccolato si scioglie ma non brulla mai). Aggiungere il burro. Mescolare. Aggiungere le uova e mescolare per ottenere un ripieno omogeneo. Mettere nel frigorifero.
  • Preparazione dei ravioli - Mettere dei cucchiaini d'impasto sulla pasta ugualmente spazzati. Coprire con un'altra foglia di pasta. Chiudere i ravioli mettendo un po' d'acqua sui bordi e tagliarli. Con la pasta che rimane, è possibile fare velocemente delle tagliatelle. Mettere i ravioli in una pentola d'acqua bollente salata. Lasciarli 8 minuti circa. Servire i ravioli al cioccolato ancora caldi, con il resto di ripieno come sughetto.

Mercoledì 22 Agosto 2007

Tortino ai peperoni e alla ricotta

Oggi vorrei condividere con voi una ricetta d'estate. I prodotti sono italiani, ma so se è un tipo di piatto che mangiate spesso. L’ho chiamato il tortino verde, bianco, rosso.

Tortino ai peperoni e alla ricotta

Ingredienti:
  • 1 grosso peperone rosso,
  • 1 uovo,
  • 250g di ricotta fresca,
  • un mazzetto di cipollina,
  • 2 cucchiai di pesto,
  • 2 pomodori,
  • sale, pepe.
Preparazione:
  • Il rosso - Pulire il peperone, tagliarlo in 2 e togliere i semi. Metterlo in un tegame sotto il grill del forno per circa 10 minuti. La pela del peperone può annerire, non è un problema. Mettere il peperone in una bustina di congelazione chiusa e lasciarlo sudare. Quando la bustina è piena di condensazione, togliere il peperone e la pela si toglierà facilmente!
  • Il bianco - Battere l’uovo alla forchetta, aggiungere la ricotta, la cipollina tritata, il sale e pepe.
  • Il verde - Per fare un pesto, tritare il basilico, l’olio ed i pinoli.
  • Nelle formine per muffin anti-adesive, mettere una striscia di peperone e lasciarla sorpassare sui bordi. Ricoprire di un cucchiaino di pesto, della metà dell’impasto bianco alla ricotta, delle rondelle di pomodori e infine il resto della ricotta. Chiudere con la striscia di peperone. Infornare nel forno preriscaldato a 180°C e lasciare cuocere durante 30-40 minuti. Lasciare raffreddare. Togliere dallo stampo e servire con un’insalata o della rucola.

Sabato 7 Luglio 2007

Green ~ Verde ~ Vert

Chi riuscirà a indovinare ciò che ho fatto oggi?

Green

Giovedì 1 Febbraio 2007

Venerdì si mangia delle crêpe!

Venerdì prossimo saremmo il 2 febbraio, 40 giorno dopo Natale. I cattolici festeggiano la presentazione di Gesù al tempio: la Candelora, giorno di benedizione delle candele, della luce… Non conosco tutta la storia della religione, ma so che noi francesi mangiamo sempre delle crêpe questo giorno! Perché le crêpe sono rotonde e dorate come il disco solare… penso che questa spiegazione è un po’ inverosimile… è sopratutto una scusa per mangiare queste deliziose crêpe!

Le crêpe sono tipiche dalla punta Ovest della Francia: la Britanna. Fanno anche le “galettes de sarrasin”: delle crêpe salate fatte con la farina di grano saraceno e ripiene di formaggio, prosciutto, uova, funghi, ecc. Io sono del Nord della Francia e faccio le crêpe… con la birra! Sì sono delle Fiandre, regione tra Francia e Belgio.

Choco Marino & Crêpe

Vi do la mia ricetta per 6 persone per un piatto unico dell’antipasto al dessert:

Ingredienti:

  • 375g di farina,
  • 4 uova,
  • 3 cucchiai d’olio,
  • 1 pizzico di sale,
  • 75cl di latte (o ancora migliore: 25cl di birra e 50cl di latte).

Preparazione:

  • Mettere la farina in una terrina e aggiungere al centro le uova, l’olio ed il sale. Mescolare con una cucchiaio di legno, prima al centro, poi verso i bordi, amalgamando gradualmente la farina.
  • Quando l’impasto diventa troppo difficile a mescolare, aggiungere gradualmente il liquido (latte e/o birro), fino ad ottenere una pasta fluida, senza grumi.
  • Coprire la terrina e lasciare riposare un’ora, se sei pazienta.
  • Mettere un noce di burro in una padella anti-aderente sul fuoco. Aspettare che la padella sia ben calda. Per verificare, mettere una goccia di pasta nella padella, deve quasi immediatamente dorarsi. Togliere la mini-mini-crêpe della padella.
  • Versare un mestolo di pasta nella padella e spenderla sottilmente, girando la padella. Quando la pasta di cuoce, la crêpe si stacca e poi far cuocere l’altro lato girandola. Quando la crêpe è dorata sui 2 lati, e’ pronta!
  • Ricoprirla di tutto che vuoi, salato come dolce! Poi anche preparare il ripieno sulla crepa ancora nella padella – per fare fondere un po’ di formaggio, di cioccolato o di zucchero a polvere…

Idee: prosciutto - ketchup*, funghi - crema, formaggio – uova, zucchero – limone, cioccolato – noce di cocco o mandorle.

Bon appétit!

*Amo tantissimo vedere l'espressione degli Italiani quando pronuncio questa parola!!

Lunedì 9 Ottobre 2006

Crostata ciocco-pere

Crostana ciocco-pere

Potrei scrivere una presentazione: sono Juliette, ho 24 anni, sono nata a Deauville la città del festival del cinema... Amo:... Adio:... e bla bla bla. Però ho pensato di condividere con te 2 passioni : cucinare e mangiare del cioccolato fondente. Ecco la ricetta della crostata ciocco-pere. Perché questa? Grazie a questo dolce ho messo tutti gli italiani a miei piedi! Sono seriosa! Quando sono arrivata, cercavo un lavoro, ho fatto assaggiare questa crostata ad una persone... che mi ha proposto un posto di lavoro un paio di giorni dopo! Chiedi a miei amici italiani che cosa potrei fare di piacevole. Tutti risponderanno LA crostata ciocco-pere della nostra prima serata insieme! Dopo questo, se hai un ragazzo a sedurre, scusa da chiedere o un'amica da consolare... sai che cosa ti resta da fare! Ecco il segreto...

Crostana ciocco-pere

Ingredienti

  • 1 confezione di pasta brisée
  • 4 pere
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 20 cl di panna fresca (liquida)
  • 1 uovo (facoltativo)

Preparazione

  • Prescaldare il forno a 250°C
  • Tagliare le pere a fettine
  • Stendere la pasta brisée e mettere le pere sopra.
  • Infornare la torta durante 20 minuti.
  • Bollire la panna a fuoco dolce in una pentola.
  • Aggiungere il cioccolato spezzettato e poi l’uovo.
  • Amalgamare.
  • Ricoprire la crostata della preparazione al cioccolato.
  • Mettere di nuovo nel forno per 10 minuti.

Bon appétit !

Invece della pasta brisée, puoi utilizzare la pasta frolla che conviene anche bene ma che non è francese ! Se sei brava, è ancora migliore con un pasta brisée fatta a casa. E se sei in fretta, un scatola di pere al sciroppo va benissimo !